Luoghi

Palazzo Vespasiani

Cerreto di Spoleto

Cerreto di Spoleto è un comune della Valnerina che sorge a 557 m. sul livello del mare e deve il suo nome alle foreste di cerri che crescono nelle immediate vicinanze.

I primi riferimenti storici della cittadina risalgono agli albori del 1200. Storicamente, fu durante il Medioevo che conobbe il massimo splendore, periodo in cui tuttavia, dovette fronteggiare i continui assalti di Norcia e Spoleto.

Oggi Cerreto di Spoleto è soprattutto conosciuto per la raccolta dei tartufi neri, mentre da un punto di vista artistico, offre interessanti complessi di edifici pubblici e sacri del periodo a cavallo tra Medioevo e rinascimento.

Cerreto di Spoleto è la città natale di Giovanni Pontano (1429-1503), poeta, umanista, politico e scrittore che visse in prevalenza a Napoli, alla corte degli Aragonesi. Di Cerreto è anche Sigismondo Paolucci, detto Filogenio, autore del poema Continuazione di Orlando furioso con la morte di Ruggero, scritto in lingua italiana mista a voci dialettali dell’Umbria e del nord Italia.

Palazzo Vespasiani, privato, diviso in due proprietà, originario del sec. XVIII e ristrutturato recentemente conservando alcuni ambienti interni e gli stucchi della facciata di epoca settecentesca, dove insistono alcuni portali con stemmi ed uno stipite di finestra con bassorilievi di artistico ornato cinquecentesco.

come arrivare

Per conoscere le indicazioni stradali, la invitiamo a consultare la mappa di Google qui a destra.


Visualizza Palazzo Vespasiani in una mappa di dimensioni maggiori

INDIETRO

Richiesta informazioni

Accetto

Scopri anche